Sospesi eventi, competizioni e allenamenti di tesserati agonisti di preminente interesse nazionale

Sport ,
Sport /

Alla luce dei pronunciamenti del Governo in merito alle attività sportive, il Centro Sportivo Italiano di Modena comunica la sospensione di eventi, competizioni e allenamenti di tesserati agonisti di preminente interesse nazionale. Le dichiarazioni del presidente Emanuela Carta 

Alla luce dei pronunciamenti del Governo in merito alle attività sportive, il Centro Sportivo Italiano di Modena comunica la sospensione degli eventi, delle competizioni e degli allenamenti di tesserati agonisti di preminente interesse nazionale.

Qui sotto il link delle faq ministeriali (al punto 5 il chiarimento sugli enti di promozione sportiva)

http://www.sport.governo.it/it/emergenza-covid-19/faq/

Di seguito la dichiarazione del presidente del CSI Modena, Emanuela Carta. 

“Recepiamo le disposizioni di Governo e della Regione Emilia-Romagna per il contenimento della pandemia, disposizioni che sospendono in zona rossa competizioni, eventi e allenamenti di tutti gli enti di promozione sportiva. Nel comprendere le motivazioni di questa decisione sofferta ma doverosa tengo a sottolineare gli sforzi enormi del movimento sportivo per permettere la ripresa delle attività in sicurezza. Dopo la decisione di chiudere le scuole di ogni ordine e grado e la scelta dei comuni che in alcuni casi hanno chiuso i propri impianti sportivi, ci sembra opportuna la sospensione degli allenamenti, punto sul quale da sempre si dibatte rispetto alle attività agonistiche riconosciute dal Coni. Vogliamo però ricordare ancora una volta e non smetteremo mai di farlo, quanto lo sport sia importante per le nostre comunità, per il benessere psico-fisico delle persone e per la capacità di favorire inclusione sociale, crescita ed educazione, empowerment per le persone più fragili. Ora ci auguriamo due cose: che il mondo sportivo modenese possa presto tornare nei suoi spazi non appena si uscirà dalla zona rossa e che il movimento sportivo, senza distinzioni tra enti di promozione e federazioni, proceda in modo unitario nel rispetto di tutti e per il bene di tutti”.

Giulia Vellani

Leggi anche: