Oltre gli stereotipi: educare alla parità a scuola e nello sport

Cultura e istruzione , Sociale ,

Lo sport rappresenta uno dei linguaggi universali più facilmente comprensibili e accolti da ogni persona. È uno strumento essenziale di interazione, condivisione, socializzazione, oltre che di trasmissione di valori quali il rispetto dell’altro e delle regole.

Il percorso ideato dal CSI Modena è inserito all’interno di una progettualità più ampia presentata dall’Unione dei Comuni del Sorbara per il bando promosso dalla Regione Emilia-Romagna volto alla promozione e al conseguimento delle pari opportunità e al contrasto delle discriminazioni e della violenza di genere.
Le azioni si muovono in due direzioni: da una parte promuovere la creazione di una proposta formativa dedicata direttamente alle educatrici e agli educatori sportivi della comunità locale, dall’altra ci si propone di generare una ricaduta più ampia sul territorio, grazie alla formazione di personale specializzato che, inserito all’interno di società e associazioni sportive, possa offrire nuove occasioni di praticare sport e di crescita personale e benessere psicofisico alle persone interessate. Il luogo della pratica sportiva dovrà diventare luogo di sicurezza, crescita, rispetto e tranquillità a favore di tutti e tutte, senza distinzione di sesso, età e provenienza.

La formazione prevista nel progetto ha l’obiettivo di affrontare in maniera multidisciplinare il sempre più grave insorgere di fenomeni di discriminazioni in palestra e sui campi da gioco, tra tutte le fasce della popolazione, dai più ai meno giovani, con un focus specifico sulle ragazze, sulle donne e sulle persone con disabilità.

Leggi anche: